Judo Club Libertas Dairago Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali CONI 
Judo Club Libertas Dairago

Shisei

Shisei Le posizioni.
Nel Judo vi sono diverse posizioni. La migliore per attaccare e difendersi è la Shizen-tai o posizione fondamentale. Essa è la migliore perché, quando si avanza e si indietreggia si è meno stanchi che in qualsiasi altra, e perché nel corso degli spostamenti, è la posizione che permette in qualsiasi momento di applicare i movimenti "leggermente".
Quando la posizione non è buona, è completamente impossibile muoversi con leggerezza e agire con facilità. Mentre attaccate, delle eccellenti occasioni vanno perse facilmente, e diventa difficile evitare gli attacchi con disinvoltura. Questa è la ragione per la quale, malgrado l'accanimento nel praticare un movimento, non si acquista una tecnica discreta senza una buona posizione.

Vi sono tre Shizen-tai:
Shizen-hon-tai: posizione fondamentale di fronte.
Hidari-shizen-tai: posizione naturale di sinistra.
Migi-shizen-tai: posizione naturale di destra.
Vi è anche una posizione naturale difensiva, Jigo-tai, che è una variazione di quella naturale.

Nella pratica, i principianti hanno la cattiva abitudine di fissare la loro attenzione sui piedi, sullo stomaco o sul petto dell'avversario.
Se è uno sbaglio tenere gli occhi troppo alti non è neanche consigliabile avere lo sguardo troppo basso. La migliore maniera per utilizzare gli occhi è quella di guardare qualcosa situata lontano, dietro l'avversario e non quella di fissare l'attenzione su un punto preciso.
In tal modo, la posizione diventa buona naturalmente.