Judo Club Libertas Dairago Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali CONI 
Judo Club Libertas Dairago

Articolo 5

Arbitri e ufficiali

Generalmente il combattimento viene diretto da un Arbitro e due giudici, sotto la supervisione della Commissione per l'arbitraggio. L'Arbitro e i giudici vengono assistiti dalla giuria da tavolo e dai cronometristi.

Appendice

I cronometristi, i responsabili dei tabelloni, le giurie da tavolo e tutti gli altri assistenti tecnici devono avere almeno 21 anni, disporre di una esperienza almeno triennale come arbitri nazionali ed avere una buona conoscenza del regolamento per le competizione. Il comitato organizzatore deve assicurarsi che essi abbiano ricevuto una buona formazione prima di officiare. Devono esserci almeno 2 cronometristi: uno per registrare la durata del combattimento ed uno per quello degli «osaekomi». Per quanto possibile deve esserci una terza persona incaricata di controllare i due cronometristi per evitare così errori o dimenticanze. Il cronometrista principale (quello addetto alla durata del combattimento) deve far partire il cronometro quando vengono dati gli annunci di «hajime» o di «yoshi» e lo deve fermare quando vengono dati gli annunci di «matte» o di «sonomama». Il cronometrista degli osaekomi deve far partire il cronometro appena viene dato l'annuncio di «osaekomi», lo deve fermare all'annuncio di «sonomama» e lo fa ripartire all'annuncio di «yoshi». Al segnale di «toketa» o matte, egli deve fermare il cronometro e indicare all'arbitro il tempo di immobilizzazione. Al termine del tempo di immobilizzazione (30 secondi se non c'è stato un risultato precedente o 25 secondi se la persona immobilizzata ha subito un waza-ari o un keikohu), il cronometrista indica la fine di questo tempo per mezzo di un segnale sonoro. Il cronometrista degli osaekomi deve alzare la bandierina blu durante la competizione ogni volta che ferma il cronometro all'annuncio di «sonomama» ed abbassare la bandierina quando lo fa ripartire all'annuncio di «yoshi». Il cronometrista principale (quello addetto alla durata del combattimento) deve alzare una bandierina gialla quando ferma il cronometro all'annuncio di «matte» o «sonomama» ed abbassare la bandierina appena lo fa ripartire all'annuncio di «hajime» o di «yoshi». Quando il tempo destinato al combattimento è terminato, i cronometristi devono avvisare l'arbitro con un segnale sonoro chiaramente udibile. (Vedere gli articoli 11 e 12 del Regolamento per le competizioni). La giuria da tavolo deve essere a completa conoscenza dei gesti e dei segnali che vengono utilizzati abitualmente per indicare il risultato di un combattimento. Oltre alle persone sopra elencate, ci deve essere anche una persona addetta a registrare e a consegnare l'andamento generale dei combattimenti. Se si fa uso di un sistema elettronico, la procedura da adottare rimane la stessa di quella descritta precedentemente; tuttavia, devono essere disponibili anche gli strumenti manuali equivalenti.